Al via anche in Italia la raccolta firme di European Initiative for Media Pluralism, campagna transnazionale che vede impegnate in tutti i Paesi numerose realtà unite dall’impegno per ottenere una legge a tutela della libertà di informazione e del pluralismo dei media.

Lidia Ravera, in qualità di intellettuale impegnata per una editoria libera e una informazione imparziale, oggi Assessore alla Cultura per la Regione Lazio, ha firmato oggi a Roma, partecipando all’inaugurazione del Salone dell’editoria sociale. “Mi preoccupa lo stato dei media in Italia. Il nostro è un Paese che ha subìto il conflitto di interessi fino alla paralisi. Ci siamo ritrovati con un imperatore, al posto di un presidente del Consiglio. Un uomo che aveva il potere sull’immaginario collettivo, oltre che il potere politico e il potere economico. Questo non deve più succedere. L’Europa ha sempre considerato l’Italia come un caso limite, sul quale ridere e piangere. Adesso bisogna che ci aiutino loro, anche se la parabola di Berlusconi appare arrivata all’estinzione, facciamo in modo che non possa più accadere”.

La raccolta firme deve raggiungere il milione di firme entro agosto 2014 per tradurre in legge europea il suo impegno contro la concentrazione di potere mediatico. Firma anche tu oggi direttamente dal nostro sito e libera l’informazione!